Post

Articoli: A lezione di karate sul campo da calcio!

Un vecchio progetto messo in cantiere qualche anno fa, è diventato motivo di discussione e confronto su una tematica che può sembrare agli antipodi ma che, in realtà, ha contribuito al percorso di crescita motoria, cognitiva e sportiva di ogni ragazzo impegnato nel progetto. Un grazie particolare va all'autorevole rivista online KarateDo Magazine che mi ha spinto a condividere questo 'ricordo'. Nel link sottostante potrete trovare tutto l'articolo che è visibile anche sui social network facebook: KarateDo Magazine (FB) e Instagram: @KarateDoMagazine.
Buona lettura.
A lezione di karate sul campo di calcio.

Fabrizio de André - Caro amore

Immagine
Ciao Faber! Ovunque tu sia...

Dischi: Live At Capitol Theater (Passaic Night) - Bruce Springsteen & The E-Street Band

Immagine
C’era un tempo in cui i concerti si ‘consumavano’, è proprio il caso di dirlo, nei teatri; luoghi dove 3000/4000 persone al massimo, assiepavano ogni fila, ogni poltrona, ogni balconata, per garantirsi un posto migliore e sentirsi parte attiva dello spettacolo. C’era un tempo in cui al Capitol Theater di Passaic, una città sita nel pieno centro del Jersey a pochi passi da New York City, andava in scena uno dei più storici concerti dell’infinita storia ‘rock’ targata Bruce Springsteen & The E-Street Band. Dopo anni di bootlegs circolati nelle più svariate forme e dimensioni ecco che l’industria ‘concertistica’ di live.brucespringsteen.net tira fuori dal cilindro una della produzioni migliori quel particolare momento storico che corrisponde al Darkness On The Edge Of Town Tour. 19, 20 e 21 settembre del 1978 va in scena l’opera buffa del rock ‘n roll; la messa pagana per eccellenza. Sul palco loro i ragazzi del Jersey, capitanati da Padre Bruce, che suonano di fronte a tremila raga…

Concerti: Live at Jazz Festival - New Orleans 2006 (Bruce Springsteen and Segeer Sessions Band)

Immagine
New Orleans,  Louisiana. 30 aprile 2006 “Ladies and Gentleman, Bruce Springsteen and The Seeger’s Session Band…”
Inizia così il primo concerto del tour del bellissimo disco We Shall Overcome. Inizia da dove tutto è cominciato dal luogo magico dove il sapore di aria salmastra proveniente dal Golfo del Messico incontra il lento e placido cammino del fiume per antonomasia: il Mississippi. Inizia dalla Louisiana, da New Orleans, lo Stato e la capitale dell’America della tradizione musicale; anzi delle tradizioni musicali. Black, Folk, Irish, Italiana, Dutch e chi più ne ha più ne metta. Soffia anche il vento dal Tennessee che porta con sé il country di Nashville; giunge fino lì perché è giusto che lo faccia e perché anche lui vuole assaporare i profumi di quel mare e a bagnarsi nelle sacre acque del fiume. La gente lo accoglie, come ha sempre fatto con tutti. Ed è questo lo spirito che anima il nuovo tour di Bruce Springsteen che fin da subito trova la giusta dimensione da dare alla realtà; …

Dischi: Say Goodbye To Hollywood / Baby Please Don't Go - Ronnie Spector & The E-Street Band

Immagine
–   di Nebraska78 – Facciamo un salto nell’Annus horribilis della storia di Bruce per raccontare la storia di un 45 giri dai contorni interessanti. Vuoi per la sua storia un po’ tortuosa, vuoi per le sue stranezze, questo disco rappresenta un momento particolare della carriera di Bruce Springsteen. Innanzi tutto va detto che il disco non è di Bruce Springsteen che, per la prima volta, smette i panni di cantante e veste quelli di produttore. Siamo nel novembre del 1976 e mentre Bruce è costretto a mordere il freno per via delle beghe legali, di cui tutti conosciamo i risvolti, parte un progetto che vedrà il ritorno alle scene di una delle star della black music più amate dallo stesso Bruce. La star in questione è Ronnie Spector, ex membro del gruppo The Ronettes diventate famose negli anni ’60 con i singoli Be My Baby e Baby I Love You. Ambasciatrici in gonnella della musica doo-wop e rhythm and blues, tanto cara a Bruce e Steve Van Zandt, Ronnie, divenne poi moglie del famosissimo produ…

Concerti: Live In Stoccolma 1988 (Bruce Springsteen)

Immagine
Che non fosse una tournee come tutte le altre ormai lo abbiamo capito tutti; anche noi che siamo arrivati un po’ dopo quel periodo storico così importante e drammatico (dal punto di vista artistico). Non avrebbe potuto essere altrimenti dato che Tunnel Of Love, il disco fulcro del tour, non fu un disco come gli altri. Ed proprio il nuovo bootleg ufficiale (ossimoro dannatamente springsteeniano dell’ultimo periodo) che conferma quanto, il Tunnel Of Love Express Tour, si collochi in una dimensione che sembra ruotare attorno a quella ‘normale’, a volte ci si avvicina, a volte la sfiora fino a toccarla, senza mai perdere quella sua orbita tanto cara a quel preciso momento. Live in Stoccolma è la riproposizione del concerto del 3 luglio del 1988 tenutosi allo Stadio Olimpico della capitale svedese da Bruce Springsteen e dalla E-Street Band. Trentacinque canzoni, suddivise in due CD, compongono una distinta di pezzi di assoluto valore – ma questa non è una novità – che sembrano un piatto tip…

Anniversari: Nebraska una storia lunga trentacinque anni... (Bruce Springsteen)

Immagine
- di Nebraska78 - Il riverbero di quella stanza al secondo piano di quella sperduta farm house di Colts Neck, New Jersey, da subito lasciò intendere che quello che stava nascendo non poteva essere un disco come gli altri. Il legno con cui era costruita la casa sembrava voler attutire i colpi inferti dalle parole, dalle scene e dall’animo di una serie di personaggi che Bruce Springsteen aveva deciso di raccontare. In realtà, quel legno, assorbiva ogni singolo passaggio di ogni singola storia che si stava materializzando; cosa che il cemento ricoperto di materiale espanso di una fredda sala d’incisione non avrebbe potuto fare.
Nasce così, in quel luogo, il disco che ha segnato un’epoca e tracciato un solco, il primo, impresso da Bruce Springsteen per far capire al mondo, il suo e nostro mondo, che c’è stato un prima e che ci sarà un dopo; nel suo modo di raccontare le cose, nel suo modo di vedere il mondo e nel suo modo di fare musica. Non ci poteva essere un altro modo di farlo se non im…