Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2014

Parlando Del Naufragio Della London Valour: Fabrizio De Andrè racconta il naufragio dell'idea rivoluzionaria...

Immagine
Il 9 aprile del 1970, a 1,300 m di distanza dall’imbocco della diga foranea del porto di Genova, il piroscafo battente bandiera inglese “London Valour” naufragò portando sul fondo del mare una ventina di uomini che componevano il suo equipaggio, in gran parte indiani e filippini, il comandante e sua moglie, ospite a bordo.  La nave era in attesa dei rimorchiatori, operativi nel porto di Genova, che avrebbero dovuto trainarla nel bacino dove era prevista una revisione completa delle due turbine di propulsione che alimentavano il piroscafo. Mentre la nave era alla fonda, il Comandate Edward Muir, ordinò di smontare i propulsori e di attendere i rimorchiatori. Intorno alle 14:00 sul capoluogo ligure le condizioni meteorologiche cambiarono rapidamente e una violenta libecciata investì la nave che pian piano “perse” la sua presa sulla fonda e di lì a poco si trovò in balia di onde alte fino a 4 metri; intorno alle 14:30 lo scafo urtò pesantemente contro gli scogli che proteggevano la diga f…

L'incubo nucleare secondo Springsteen

Immagine
Alle 4.00 del mattino di Mercoledì 28 marzo 1979 nella centrale nucleare di Three Mile Island, in Pennsylvania, avvenne il più grave incidente nucleare della storia degli Stati Uniti d’America. Per quasi tredici ore il reattore principale della centrale si trovò in condizioni limite e sul punto di esplodere per via del blocco del reattore stesso con il conseguente riscaldamento del nocciolo radioattivo che in alcuni punti subì anche una fusione incontrollata. Piccole nuvole di particelle radioattive si liberarono in aria investendo la contea del Londonderry e gli stati limitrofi come il New Jersey, il Maryland e il Delaware. In quel periodo molti negli Stati Uniti si stavano interrogando su quanto fosse realmente sicuro il nucleare. Gli USA, soprattutto per contrastare il potere sovietico in campo “atomico”, investirono parecchi dollari per la ricerca e lo sviluppo dell’energia atomica; ma in quella gara all’ultimo atomo intrapresa con la rivale URSS pare non si tenesse in considerazio…

Live At Arizona State University - Tempe AZ

Immagine
TITOLO: Live at Arizona State Univerity ARTISTA: Bruce Springsteen and the E-Street Band. DATA: 05/11/1980 LUOGO: Tempe, Arizona





quanto è bello il rock quando è “imperfetto”…
SCALETTA: Born To Run Prove It All Night Tenth Avenue Freeze-Out Darkness On The Edge Of Town Independence Day Factory Jackson Cage Two Hearts The Promised Land Out In The Street Racing In The Street The River Badlands Thunder Road No Money Down (Chuck Berry cover) Cadillac Ranch Hungry Hearts Fire (Robert Gordon cover) Candy’s Room Sherry Darling Here She Comes I Wanna Marry You The Ties That Bind Stolen Car Wreck On The Highway Point Blank Crush On You Ramrod You Can Look (But You Better Touch) Drive All Night Backstreets Rosalita (Come Out Tonight) Encore: I’m A Rocker Jungleland Detroit Medley Yellow Rose Of Texas Fade Away Walk Like Man NOTE: Yellow Rose Of Texas – 08/11/1980 Reunion Auditorium, Dallas TX Fade Away – 15/11/1980 The Summit, Houston TX
Walk Like Man – The Centrum, Worcester MA
LINK: Live At Tempe 05/11/1980

Venerdì 12/09/2014: "L'Amore sopra ogni cosa - Omaggio a Fabrizio De Andrè"

Immagine
Interrompo volentieri il quasi forzato silenzio “bloggatico” che mi sono auto-imposto perché venerdì è successa una cosa talmente strana che non può passare inosservata.
Quando decidemmo di mettere in piedi una serata musicale con protagonista unico Fabrizio De Andrè in cuor nostro già sapevamo che sarebbe stata un successo; vuoi per il personaggio, vuoi per le sue canzoni o vuoi perché la finalità benefica della serata ci dava la certezza che tutto sarebbe andato per il meglio. Attenzione però, stiamo parlando di Sannazzaro e, quando si parla di questa piccola città dimenticata nella bassa Lomellina, tutto cambia alla velocità della luce. Non questa volta. Venerdì 12/09/2014 passerà alla storia come una delle date più riuscite da quando sono al mondo. “L’amore sopra ogni cosa. Omaggio a Fabrizio De Andrè" è stato un successo di pubblico e critica. Quasi 500 persone hanno letteralmente riempito Piazza della Magnolia per ascoltare l’omaggio che il gruppo musicale “Le Mogli di Anselmo”