Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2015

Dischi: At Fillmore East (1971) - The Allman Brothers

Immagine
...Suoni di musicaAlcune volte di fronte a certe “scoperte”, ti viene proprio da dire: “Ma perché sono nato e cresciuto nell’era degli 883?” At Fillmore East (1971), disco live degli Allman Brothers, ovvero il 49° disco nella speciale classifica dei 500 dischi più belli del secolo scorso secondo Rolling Stone o, se preferite, uno dei 1001 album da ascoltare prima di morire, dall’omonimo libro pubblicato nel 2005 da Robert Dimery. Due onorificenze che da sole danno un risalto particolare a questo disco che suona in una maniera incredibile. Un’enciclopedia musicale che insegna cos’è la Jam Sessions e la incarna in tutti i suoi risvolti. Fusioni di Blues, Rock, Rock ‘n Roll e Jazz fanno di questo disco un piccolo punto di partenza anche per quelli, come me, che con certi stili musicali c’entrano un po’ poco. T’innamori subito del suo suono, del suo essere musica. Ogni brano, sia cantato che strumentale, è in grado di trasmettere un’emozione che va oltre il semplice solletico all’udito. Non …

Non per polemica (quella la fanno già gli altri), ma per dovere di affetto...

Immagine
Da alcuni giorni mi circola in testa l’idea di scrivere un post sulla polemicuccia nata dopo le rivelazioni del sito WikiLeaks sulla presunta offerta della Sony a Bruce Springsteen. Ammetto che, di fronte alla cruda notizia, sono rimasto un po’ basito. Mai messo in dubbio il valore sociale del personaggio Springsteen – capisco che qualcuno possa stortare il naso di fronte a questa affermazione – la mia riflessione è sull’andamento ormai inarrestabile preso dalla egemonia dell’industria discografica. La Sony è una multinazionale del media, possiede rami in tutti i campi dello spettacolo e i suoi tentacoli raggiungono la maggior parte delle figure carismatiche che contraddistinguono un mondo o l’altro. Un dato di fatto è che Springsteen, alla veneranda età di sessantacinque anni, è ancora uno di quelli che “muove” un milione di persone solamente se si sporge dalla finestra di casa sua per controllare se deve tagliare l’erba del prato. Se due più due fa quattro ecco che l’interesse per la…

25 Aprile 2015: settant'anni di Libertà!

Immagine
La Libertà (Giorgio Gaber)Vorrei essere libero
libero come un uomo

Come un uomo appena nato
che ha di fronte solamente
la natura
che cammina dentro un bosco
con la gioia di inseguire
un’avventura

Sempre libero e vitale
fa l’amore come fosse
un animale
incosciente come un uomo
compiaciuto della propria
libertà

La libertà
non è star sopra un albero
non è neanche il volo di un moscone
la libertà non è uno spazio libero
libertà è partecipazione

Vorrei essere libero come un uomo

Come un uomo che ha bisogno
di spaziare con la propria fantasia
e che trova questo spazio
solamente nella sua democrazia

Che ha il diritto di votare
e che passa la sua vita a delegare
e nel farsi comandare
ha trovato la sua nuova libertà

La libertà
non è star sopra un albero
non è neanche avere un’opinione
la libertà non è uno spazio libero
libertà è partecipazione

G/coro: la libertà
non è star sopra un albero
non è neanche il volo di un moscone
la libertà non è uno spazio libero
libertà è partecipazione

Vorrei ess…

Perché De Gregori dovrebbe andare a vedere un concerto di Springsteen.

Immagine
Mi imbatto in questo post http://storieinutili.blogspot.it/2013/10/perche-bruce-springsteen-dovrebbe.html, datato 1 ottobre 2013, al quale non riesco a rimanere indifferente. Partendo dal presupposto che ognuno è libero di esprimere la propria opinione, se non lede l’onore dell’altra persona, vorrei dichiarare che questo non è un attacco all’autore del post ma una semplice riflessione allo specchio. Perché De Gregori dovrebbe andare a vedere un concerto di Springsteen.1.La durata. 3 ore e mezza di concerto, la durata che tutti vogliono. Le due ore, due ore e mezzo proposte da De Gregori sono decisamente poche rispetto al costo del biglietto proposto al pubblico. Dato che siamo a un concerto (pagato caro e salato) la gente si aspetta che la resa sia massima. E in questo il Boss è il massimo. 2.Il suono. Vorrei ricordarle che sul palco di Springsteen, a Roma, c’era un’intera orchestra di ragazzi che suonavano l’accompagnamento di New York City Serenade, definire “impasto indistinto” il suo…

Dischi: Obscured By Clouds (1972) - Pink Floyd

Immagine
Nel 1972, il regista francese Barbet Schroeder, realizzò un film dal sapore vagamente hippie ambientato in Papua Nuova Guinea. La Vallée – il titolo del film – è la storia di una donna francese che risiede a Melbourne in compagnia del marito, console di Francia. Ricca e annoiata della vita, si trasferisce in Nuova Guinea per iniziare un’attività di importazione e esportazione di oggetti esotici. Durante un’escursione alla ricerca di piume rare d’uccello, Viviane incontra un gruppo hippie alla ricerca di una valle mitica che non risulta in nessuna mappa. Leggenda narra che la sua bellezza era dovuta alla perenne coltre di nubi che copriva questa vallata riparandola come una sorta di scudo. L’introduzione è d’obbligo se si vuol parlare di uno dei quegli album che segnano il passaggio generazionale di una band; soprattutto se quella band sono i Pink Floyd. 1972, Waters, Gilmour, Mason e Wright tornano in studio, dopo il successo di Meddle (1971), per scrivere la loro seconda opera da lega…

Live At WBCN (FM) - 09/04/1974

Immagine
In questo video viene riproposta un’altra esibizione radiofonica di Bruce Springsteen e la Band (tranne ‘Boom’ Carter), trasmessa dall’emittente radiofonica WBCN (FM) 104.1 di Boston, Massachusetts, il 09 Aprile 1974.  Vera chicca dell’esibizione è la l’unica versione acustica di Rosalita (Come Out Tonight), una vera e propria traccia “must” soprattutto per i veri appassionati del Boss. Altra particolarità è nell’esecuzione di 4th July, Asbury Park (Sandy) che, nella terza strofa, recita la storia degli “Angeli” al posto di quella delle “Cameriere” incisa sul disco “The Wild, The Innocent & The E-Street Shuffle”. Springsteen continuerà a “giocare” con l’alternanza di testi fino al 2005, quando reintrodurrà, durante i live, in pianta stabile la versione del disco.

Setlist: 01 Intervista 0:00:00 02 Satin Doll 0:02:06 03 Does This Bus Stop At 82nd Street? 0:03:53 04 Growin' Up 0:11:22 05 Wild Billy's Circus Story 0:16:32 06 4th Of July, Asbury Park (Sandy) 0:23:50 07 Rosalita (Come Ou…

Live At Seton Hall University - South Orange, New Jersey

Immagine

Giorni...

Immagine
È difficile definire il perché uno si sente in dovere di “scappare”. Forse è la mente che non riesce a elaborare il corso degli eventi, forse sono le sensazioni che non provocano nessuna reazione, forse è quell’eterna voglia di essere giovani che ti porta a voler lasciare il tuo passato per andare incontro a un futuro, che nell’immaginario, è molto migliore. Poi, in un pomeriggio di primavera, mentre pedali per le strade deserte di un paese che sembra essersi addormentato di un sonno perenne, ti rendi conto che, nonostante tutto, a quella “terra” ci sei ancora legato, profondamente. Perché vai per quelle strade che ti hanno visto protagonista di un passato prossimo che aveva il vanto di essere la tua vita. Perché, nonostante molte facce amiche hanno avuto maggior coraggio e se ne sono andate, ritornano per un attimo dietro a quell’angolo, lungo quella via o sono lì, davanti a te, ancora sedute su quello scalino rovinato dal tempo e della polvere come tanti anni prima. Questo è l’umana pe…