Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

Dischi: Live At Pompeii (1972) - Pink Floyd

Immagine
Sul fatto che i Pink Floyd potessero essere l’unica band a sposare con entusiasmo un esperimento così azzardato penso non ci siano dubbi alcuni. Pompei (NA), ottobre 1971, con un’ordinanza ad hoc emessa dal sindaco e il benestare della Soprintendenza ai Beni Culturali, gli scavi, e soprattutto il circondario dell’anfiteatro romano, vennero interdetti al pubblico per permettere la realizzazione di uno dei più singolari progetti che la storia della musica possa ricordare. Mai, prima di quel momento, una rock band del calibro dei Pink Floyd azzardò a realizzare un documento-film musicale direttamente dalle rovine di una delle più celebri località archeologiche del mondo. L’idea fu concepita dal regista e venne cavalcata dai quattro – all’epoca stavano attraversando un periodo d’oro – ma sembrò da subito molto difficile da realizzare per varie motivazioni. In primis le difficoltà logistiche legate all’assenza di impiantistica adeguata all’interno degli scavi; poi tutta una serie di problem…

Dischi: Live At Brendan Byrne Arena, New Jersey (1984) - Bruce Springsteen & The E-Street Band

Immagine
Squillino le trombe e rullino i tamburi, o meglio, suonino le Telecaster e rullino le pesanti bacchette di Weinberg, perché l’editoria springsteeniana del nuovo millennio ha partorito un nuovo prodotto in arrivo dall’11 giugno e, da oggi, prenotabile sul portale live.brucepsringsteen.net.
Registrazione, rimasterizzata e ufficializzata, della prima serata delle dieci (dieci!!) fatte a pochi chilometri da casa sua, a un passo dalla mitica New Jersey Turnpike, alla Brendan Byrne Arena di East Rutherford, NJ l’8 maggio 1984.
E basta dire 1984 che viene subito in mento il tour dei tour, album degli album, Springsteen degli Springsteen. Ecco a voi, signore e signori: Born In The Usa dal vivo.
Riassunto in 3 CD, per un totale di 29 canzoni, ecco un piccolo pezzo di storia springsteeniana che si somma a quanto già fatto, e detto, in precedenza.
Al solito costo di 24$ e qualcosa, il terzetto discografico, racchiude in sé un tesoro; sommatoria di un disco, Born In The Usa appunto, che ha fatto epoc…

12 maggio 1985: ricordi di un altro calcio.

Immagine
12 maggio 1985, una data che rimarrà impressa nella memoria di tutti quelli che hanno amato il calcio. Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, ore 16:06 minuti, il danese Elkjær Larsen insacca il gol del pareggio rispondendo al vantaggio atalantino firmato nel primo tempo da Perico. Quaranta minuti dopo il sig. Boschi, arbitro della partita, fischia per tre volte sancendo la fine delle ostilità tra l’Atlanta e il Verona. Contemporaneamente al Comunale di Torino, il Toro non riusciva ad andare oltre allo zero a zero di partenza contro la Fiorentina, mentre l’Inter incappava in una clamorosa sconfitta al Meazza contro la Roma. Alle ore 16:45 del 12 maggio del 1985 si compiva il miracolo: il Verona diventava ufficialmente campione d’Italia.
Sembra un racconto di altri tempi, e in effetti sono passati 30 anni da quel momento, ma soprattutto sembra un racconto dei tempi d’oro della Pro Vercelli o del Genoa degli inglesi. Invece erano gli anni ’80 della Milano da bere, della Juve di Plati…

Non fatemi vivere un altro incubo ...

Immagine
È ora di dire due cose a mente serena. The Day After (cit.) ha sempre il gusto dell’amaro lasciato da una tazzina di caffè “venuta giù” male. Al di là della reazione, più o meno, violenta, reazionaria e “armata” degli amanti del social network; districandoci in mezzo alle reazioni colme di rabbia, menefreghismo e prese di posizione che in queste ore compaiono nelle timeline degli utenti di FB, c’è tutto un discorso che forse nessuno vuole analizzare fino in fondo. Certo, io non sono un sociologo quindi non dovrei addentrarmi in certi discorsi, sono un semplice cittadino (fortunatamente non milanese) che ha delle idee e, a volte, ragiona. Tema del momento Expo. Passato remoto: 31 marzo 2008, l’allora sindaco di Milano, Letizia Moratti, fece un salto sulla sedia quando sentì nominare il nome della sua città.  Milano quel giorno si aggiudicò il ballottaggio contro Smirne (Turchia) e venne investita dell’impegno di organizzare l’Esposizione Universale, bissando il 1906. Inizia, tra sorrisi e…