Post

Visualizzazione dei post da 2017

Concerti: Live At Palace Theater Albany (1977) - Bruce Springsteen

Immagine
«Rosie, non sono diventato un fenomeno perché ho visto la mia foto sulla copertina del Times e di Newsweek.» (Bruce Springsteen, 07/02/1977) In queste parole Bruce Springsteen manda il suo chiaro segnale a tutto il mondo; in primis a Mike Appel, alla Columbia Records e a chi lo vorrebbe uomo da sei milioni di dollari prima che da sei milioni di dischi. I fasti di Born To Run si sono misteriosamente scontrati con la realtà; una realtà molto più grande di quella immaginata da Bruce. L’orrendo biennio 1976-’77 si consuma sui palchi degli Stati Uniti dove si combatte una battaglia fatta di sudore e sofferenza e condotta da chi, sempre, porta alla fine la propria missione. Dall’altra parte si sta combattendo una guerra fatta di avvocati e leggi che stanno minando la solidità di quel guerriero; o almeno ci stanno provando. Intanto però, le porte dello studio di registrazione rimangono inesorabilmente sprangate. Bruce, può solo esibirsi, e sa che deve farlo; tutto non può finire così. Nel suo c…

Dischi: Something In The Night - Live at Albany and Rochester (1977) - Bruce Springsteen

Immagine
L’annuncio dato ieri da Jim Rotolo, durante una trasmissione di E Street Radio, di un’imminente uscita di un altro capitolo della lunga storia del Boss è stato confermato anche da Brad Serling, capo di Nugs.com. Dovrebbe intitolarsi Something In The Night, il nuovo disco live di Springsteen in uscita venerdì 4 agosto e, secondo quanto detto da Serling, sarà il riassunto di due date: quella di Albany (NY) del 7 febbraio e quella di Rochester (NY) dell’8 febbraio del 1977. Le canzoni saranno estrapolate dalle registrazioni originali fatte su cassetta da Chas Gerber che, all’epoca dei fatti, era l’ingegnere del suono di Springsteen. Non è stato facile mettere insieme i pezzi di questo nuovo puzzle; a confermarlo è proprio Serling, che non ha mancato di sottolineare quanto sia stato importante il lavoro di post-produzione visto che le registrazioni originali erano spesso incomplete o quasi inutilizzabili per via della registrazione “fly”, ovvero con l’ausilio di un registratore mono a man…

Bologna, 2 agosto 1980... ore 10:25.

Immagine
Mi chiamo M.F., ho ventiquattro anni. Sono sposata e ho una figlia che si chiama A. Da qualche giorno, io e A., insieme a due nostre amiche, abbiamo deciso di fare qualche giorno di vacanza, così abbiamo lasciato il nostro paesino in provincia di Firenze, per raggiungere la nostra meta sul Lago di Garda. Oggi è il 2 agosto, è sabato, e fa un caldo infernale. Sul treno che ci porta da Firenze a Bologna ci saranno un milione di persone. Meno male che a Bologna, cambieremo treno. BOLOGNA, 2 agosto 1980, ore 9:00 Sono le 9 del mattino. Appena metto piede sulla banchina del binario 3 della Stazione di Bologna mi sento svenire. Ci saranno già 40° all’ombra. A. si lamenta, povera, ha sete. “Stai tranquilla, tra poco arriverà il nostro treno! Vedrai ti piacerà il Lago di Garda.” Scendiamo le scale e inforchiamo il tunnel che porta alla stazione; anche quella galleria sembra un formicaio. Gente che va, gente che viene. Dappertutto ci sono valige e carrelli. Il vociare della gente si confonde con …

Canzoni: Seaside Bar Song (1972) - Bruce Springsteen

Immagine
Che la maggior parte delle canzoni, almeno quelle della prima parte della sua carriera, di Bruce Springsteen siano legate da un cordone ombelicale dal quale si nutre tutto il nocciolo del discorso è quasi un dato di fatto. Inoltre, sebbene non abbia mai fatto un disco concept – non è parte della sua natura –, in quasi tutti i suoi album il filone che conduce il discorso è unico, o per lo meno si assomiglia molto. Poi però ci sono le canzoni che contengono quegli elementi che riconducono alla storia sopracitata ma sono state scritte, e musicate, per dar sfoggio alla sua necessità di essere rocker. Siamo nel tardo 1972 e Bruce passa molto tempo in studio di registrazione per dar vita al suo album d’esordio, Greetings From Asbury Park NJ, per il quale la Columbia lo ha scritturato all’inizio di quell’anno. È proprio durante quelle sessions di registrazione che, nonostante l’impegno, la vena narrativa del vulcanico Springsteen non smette mai di lavorare; tant’è che, molte canzoni pensate, …

Dischi: Tunnel Of Love (1987) - Bruce Springsteen

Immagine
Al termine del Born In The USA Tour, cioè il 2 ottobre del 1985, Bruce decise che era giunto il momento di ritirarsi a vita privata per un periodo sufficiente per ricaricare le batterie. Il successo mondiale del disco, pubblicato nel 1984, e il suo successivo tour in giro per il mondo, presentarono un conto ben più salato di quello che si poteva immaginare, nella fisicità di Bruce e, in parte, anche di quella della band. Nel biennio 1985-86, il Bruce artista non fece parlare molto di sé se non per la sua presenza in molti locali di Asbury e dintorni, dove si esibì per promuovere serate a favore delle lotte sindacali intraprese contro la nuova politica del lavoro in America, e per la pubblicazione di un immenso disco, il famoso quintuplo, che raccoglieva i dieci anni di live della sua carriera. Altro è da dirsi per la sua vita privata. Nonostante tutti i suoi sforzi di non rendere pubblica la sua sfera privata, nel 1985, alcuni giornalisti vennero a sapere del suo fidanzamento con la mod…

Ricordi: Milano 2016 - La Messa Laica del The River Tour

Immagine
- di Nebraska78 - “Ciao Milano, fa troppo caldo? Andiamo!” È iniziato così il sesto appuntamento che Bruce Springsteen ha fissato con Milano. 3 luglio 2016, in scena sul suolo del vecchio continente c’è il The River Tour 2.0; tra pareri altalenanti e qualche perplessità i cancelli del Tempio del Calcio si aprono per una nuova emozionante serata in compagnia del Circus.
Alle 20:15 sulle note di C’era Una Volta il West, Bruce fa il suo ingresso sul palco mentre il pubblico, il suo pubblico, colora i tre anelli di San Siro di azzurro e bianco, i colori della copertina dello storico album The River del 1980; tutto è magico, tutto è decisamente springsteeniano. Anche il Capo esprime gratitudine anche se in tono minore rispetto al 2013 quando, evidentemente emozionato, lesse la grande scritta Our Love Is Real quasi con le lacrime agli occhi. Poco male perché nell’arco delle due serate milanesi avrà modo di ricambiare la gratitudine con canzoni da urlo. Sospiro forte e via che si va. È il primo…

Canzoni: A Good Man Is Hard To Find - Storia dell'incontro tra Bruce Springsteen e Ron Kovic (2017)

Immagine
- di Nebraska78 - Colts Neck, New Jersey. Nell’aprile del 1982, durante una sessione full band nello studio privato di Bruce Springsteen, la band si ritrova con un nuovo pezzo da provare.
L’idea di scrivere una canzone su questo tema nacque a Bruce durante un viaggio attraverso l’America fatto qualche anno prima. Partito dal Jersey per arrivare a Los Angeles, Bruce si fermò in Arizona per una sosta. Qua, acquistò un libro dal titolo “Nato il Quattro Luglio” scritto da Ron Kovic. Ronald Lawrence Kovic nacque il 4 luglio del 1946 a Ladysmith una piccola città del Wisconsin. Conseguito il diploma, all’età di 18 anni, il giovane Ron decise di arruolarsi volontario nel Corpo dei Marines. Trasferitosi al Centro di Addestramento di Perris Island, in Carolina del Sud, dopo dodici settimane di duro addestramento venne inquadrato nel 3° battaglione del 7° Marines. Nel dicembre del 1965, Kovic, viene inviato per la prima volta in Vietnam con il compito di stanare i nascondigli dei Vietcong. Nel 19…