Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

Concerti: The Bomb Scare Show - Live in Millwaukee 1975 (Bruce Springsteen & E-Street Band)

Immagine
Dopo aver cantato Thunder Road in versione ‘lenta’ – ovvero quella in coppia con Roy Bittan al piano e l’armonica – Bruce disse: “My friend here got something to say”; subito dopo il DJ Bob Reitman, dell’emittente radiofonica WQFM-FM, prese il microfono e con voce tranquilla disse: “Don’t Panic”. Iniziò così la storia del “bomb scare show”. 2 ottobre 1975, Uptown Theater, Milwaukee (Wisconsin). Di fronte a una platea di 1800 persone – non stupitevi all’epoca era così – il Circus dà il via allo show che passerà alla storia per la sua interruzione dopo 45’ per un allarme bomba poi rivelatosi del tutto infondato. Tre ore dopo la sospensione, il concerto riprese e tutto filò liscio fino alla fine. O quasi... Durante la sospensione, mentre la polizia cercava la bomba, Bruce e soci uscirono dal teatro e si rifugiarono in un bar della zona. Nel tentativo di ingannare l’attesa, i componenti della band, si lasciarono andare a qualche bicchiere di troppo e quando tornarono sul palco, tutti notaron…

Appuntamenti: Accecati dalla Luce - Una sera parlando del Boss live at The Boss Pub

Immagine
Prosegue senza sosta il nostro piccolo (o forse ormai grande) tour di presentazione del binomio libro-disco. Dopo il successo della serata di Pontecurone, all’Enoteca Letteraria Badlands dell’amico Fabio Gandi, ecco che si profila una trasferta meneghina che si preannuncia interessante sotto tutti gli aspetti. Appuntamento allora il 21/03/2017, alle 19:00 circa, per un aperitivo alternativo all’insegna della passione per il Capo. Dove? Al The Boss Pub , piazzale Giovanni De Agostini 8, a Milano. Eccovi la locandina dell’evento e tutti i riferimenti del caso… non mancate! Evento Facebook The Boss Pub (Pagina FB ufficiale)


Album: Senderos De Traicion (1990) - Heroes Del Silencio

Immagine
Capita che il ricordo di un tempo passato torni alla mente grazie all’abile intelligenza artificiale di San Spotify; così, in un tranquillo sabato di febbraio, i quattro musi ‘tamarri’ di Enrique Bunbury, Juan Valdivia, Joaquin Cardiel e Pedro Andreu, riappaiono aprendo uno spiraglio di luce sul mio passato di vagabondo della provincia - altrettanto tamarro - con quel disco quasi sempre nel lettore. Sto parlando di Senderos De Traicion, ovvero il disco più famoso della più famosa rock band spagnola gli Héroes del Silencio. Pubblicato nel 1990 per l’etichetta EMI, questo disco, è il secondo lavoro da studio del quartetto di Saragozza. Caratterizzato dal timbro rock anni ’90 che, in alcuni casi, tende la mano all’hard, questo album contiene undici tracce tra cui spicca, senza ombra di dubbio, la hit più famosa: Entres Dos Tierras. Introdotta dalla graffiante elettrica di un Valdivia che, a ogni colpo di plettro, sembra scandire il tempo dividendolo in più parti, la canzone si sviluppa f…

Cover: It's My Life (The Animals) - Bruce Springsteen (1975)

Immagine
Visto che si parla così tanto di cover ecco dimostrato cos'è il vero concetto di cover: 31/12/1975, Upper Darby, Philadelphia, dopo aver appena raccontato di un suo viaggio a New York con il ritmo allegro e coinvolgente di Does This Bus Stop At 82nd Street, Bruce Springsteen prende il microfono e si rivolge al pubblico del Tower Theater. “Ho vissuto tanto tempo in una casa bifamiliare che si affacciava su Main Street. Ogni sera, mio padre, bloccava la porta dell’ingresso principale per obbligare noi bambini a entrare dal retro, così lui avrebbe potuto starsene seduto in cucina, con le luci spente, finché non ce ne andavamo a letto.  Fin da quando ne ho memoria, vedevo sempre quella porta chiusa e quella luce spenta e, nel buio di quella cucina, c’era solo l’intermittenza della luce della sigaretta che diventava più lucente solo quando lui si avvicinava alla porta dell’altra stanza; quella dove mia madre guardava la televisione. Lui se ne stava seduto lì, da solo, a bere, sempre a ber…