Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2017

Canzoni: Seaside Bar Song (1972) - Bruce Springsteen

Immagine
Che la maggior parte delle canzoni, almeno quelle della prima parte della sua carriera, di Bruce Springsteen siano legate da un cordone ombelicale dal quale si nutre tutto il nocciolo del discorso è quasi un dato di fatto. Inoltre, sebbene non abbia mai fatto un disco concept – non è parte della sua natura –, in quasi tutti i suoi album il filone che conduce il discorso è unico, o per lo meno si assomiglia molto. Poi però ci sono le canzoni che contengono quegli elementi che riconducono alla storia sopracitata ma sono state scritte, e musicate, per dar sfoggio alla sua necessità di essere rocker. Siamo nel tardo 1972 e Bruce passa molto tempo in studio di registrazione per dar vita al suo album d’esordio, Greetings From Asbury Park NJ, per il quale la Columbia lo ha scritturato all’inizio di quell’anno. È proprio durante quelle sessions di registrazione che, nonostante l’impegno, la vena narrativa del vulcanico Springsteen non smette mai di lavorare; tant’è che, molte canzoni pensate, …

Dischi: Tunnel Of Love (1987) - Bruce Springsteen

Immagine
Al termine del Born In The USA Tour, cioè il 2 ottobre del 1985, Bruce decise che era giunto il momento di ritirarsi a vita privata per un periodo sufficiente per ricaricare le batterie. Il successo mondiale del disco, pubblicato nel 1984, e il suo successivo tour in giro per il mondo, presentarono un conto ben più salato di quello che si poteva immaginare, nella fisicità di Bruce e, in parte, anche di quella della band. Nel biennio 1985-86, il Bruce artista non fece parlare molto di sé se non per la sua presenza in molti locali di Asbury e dintorni, dove si esibì per promuovere serate a favore delle lotte sindacali intraprese contro la nuova politica del lavoro in America, e per la pubblicazione di un immenso disco, il famoso quintuplo, che raccoglieva i dieci anni di live della sua carriera. Altro è da dirsi per la sua vita privata. Nonostante tutti i suoi sforzi di non rendere pubblica la sua sfera privata, nel 1985, alcuni giornalisti vennero a sapere del suo fidanzamento con la mod…

Ricordi: Milano 2016 - La Messa Laica del The River Tour

Immagine
- di Nebraska78 - “Ciao Milano, fa troppo caldo? Andiamo!” È iniziato così il sesto appuntamento che Bruce Springsteen ha fissato con Milano. 3 luglio 2016, in scena sul suolo del vecchio continente c’è il The River Tour 2.0; tra pareri altalenanti e qualche perplessità i cancelli del Tempio del Calcio si aprono per una nuova emozionante serata in compagnia del Circus.
Alle 20:15 sulle note di C’era Una Volta il West, Bruce fa il suo ingresso sul palco mentre il pubblico, il suo pubblico, colora i tre anelli di San Siro di azzurro e bianco, i colori della copertina dello storico album The River del 1980; tutto è magico, tutto è decisamente springsteeniano. Anche il Capo esprime gratitudine anche se in tono minore rispetto al 2013 quando, evidentemente emozionato, lesse la grande scritta Our Love Is Real quasi con le lacrime agli occhi. Poco male perché nell’arco delle due serate milanesi avrà modo di ricambiare la gratitudine con canzoni da urlo. Sospiro forte e via che si va. È il primo…