Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2017

Concerti: Live At Palace Theater Albany (1977) - Bruce Springsteen

Immagine
«Rosie, non sono diventato un fenomeno perché ho visto la mia foto sulla copertina del Times e di Newsweek.» (Bruce Springsteen, 07/02/1977) In queste parole Bruce Springsteen manda il suo chiaro segnale a tutto il mondo; in primis a Mike Appel, alla Columbia Records e a chi lo vorrebbe uomo da sei milioni di dollari prima che da sei milioni di dischi. I fasti di Born To Run si sono misteriosamente scontrati con la realtà; una realtà molto più grande di quella immaginata da Bruce. L’orrendo biennio 1976-’77 si consuma sui palchi degli Stati Uniti dove si combatte una battaglia fatta di sudore e sofferenza e condotta da chi, sempre, porta alla fine la propria missione. Dall’altra parte si sta combattendo una guerra fatta di avvocati e leggi che stanno minando la solidità di quel guerriero; o almeno ci stanno provando. Intanto però, le porte dello studio di registrazione rimangono inesorabilmente sprangate. Bruce, può solo esibirsi, e sa che deve farlo; tutto non può finire così. Nel suo c…

Dischi: Something In The Night - Live at Albany and Rochester (1977) - Bruce Springsteen

Immagine
L’annuncio dato ieri da Jim Rotolo, durante una trasmissione di E Street Radio, di un’imminente uscita di un altro capitolo della lunga storia del Boss è stato confermato anche da Brad Serling, capo di Nugs.com. Dovrebbe intitolarsi Something In The Night, il nuovo disco live di Springsteen in uscita venerdì 4 agosto e, secondo quanto detto da Serling, sarà il riassunto di due date: quella di Albany (NY) del 7 febbraio e quella di Rochester (NY) dell’8 febbraio del 1977. Le canzoni saranno estrapolate dalle registrazioni originali fatte su cassetta da Chas Gerber che, all’epoca dei fatti, era l’ingegnere del suono di Springsteen. Non è stato facile mettere insieme i pezzi di questo nuovo puzzle; a confermarlo è proprio Serling, che non ha mancato di sottolineare quanto sia stato importante il lavoro di post-produzione visto che le registrazioni originali erano spesso incomplete o quasi inutilizzabili per via della registrazione “fly”, ovvero con l’ausilio di un registratore mono a man…

Bologna, 2 agosto 1980... ore 10:25.

Immagine
Mi chiamo M.F., ho ventiquattro anni. Sono sposata e ho una figlia che si chiama A. Da qualche giorno, io e A., insieme a due nostre amiche, abbiamo deciso di fare qualche giorno di vacanza, così abbiamo lasciato il nostro paesino in provincia di Firenze, per raggiungere la nostra meta sul Lago di Garda. Oggi è il 2 agosto, è sabato, e fa un caldo infernale. Sul treno che ci porta da Firenze a Bologna ci saranno un milione di persone. Meno male che a Bologna, cambieremo treno. BOLOGNA, 2 agosto 1980, ore 9:00 Sono le 9 del mattino. Appena metto piede sulla banchina del binario 3 della Stazione di Bologna mi sento svenire. Ci saranno già 40° all’ombra. A. si lamenta, povera, ha sete. “Stai tranquilla, tra poco arriverà il nostro treno! Vedrai ti piacerà il Lago di Garda.” Scendiamo le scale e inforchiamo il tunnel che porta alla stazione; anche quella galleria sembra un formicaio. Gente che va, gente che viene. Dappertutto ci sono valige e carrelli. Il vociare della gente si confonde con …